Trilogy PITTIESISI… e tutto si accende!

Trilogy PITTIESISI ha il colore dei tuoi occhi, è il regalo perfetto, il segno magico capace di toccarti i pensieri, la pelle e il cuore. Quando un bagliore accende la trasparenza dei cristalli i colori delle pietre s’incendiano e ti illuminano il viso, le mani, tutto. Vedere il tuo sorriso pieno di luce che si illumina ancora di più è il regalo più bello che possa farmi. Ti guardo e tutto si accende. Sei bellissima con la collana lunga, gli orecchini e i tre anelli che mi ricordano un sacco di cose. Ti stringo e tutto si accende!

Legami!

Chaîns d’amour, ossimori, follie d’amore. Catene che attraggono, catene da cui fuggire, catene sottili, fili, segni forti come rocce. Catene fatte di sguardi, di sorrisi, di parole e di silenzi… Collane con cui vestirsi da San Valentino, grandi anelli lucidi e incisi, superfici da accarezzare fino alle linee morbide e calde alla fine delle dita. Deformazioni, tessiture, cerchi, ellissi, concatenazioni di luce, riflessi. Eccitanti legami illegali, sorprese, torture sottili, regali da San Valentino che valgono ben dopo San Silvestro. Anelli come spade laser, laghi bagnati tra le dita, labbra lucide, segnali. Sguardi da orecchini perfetti tra capelli, ansa della gola… sussurri.
L’Amore dopo risvegli improvvisi…
Chaîns d’amour… 

Ti ricordi?

Ti ricordi? Amore, ti ricordi del nostro primo viaggio? Ti ricordi quel cielo? Che orizzonte e quante nuvole… Ti ricordi il nostro bar? Ricordi i primi fiori? I regali? Tutti gli orecchini e gli anelli… Ti ricordi di quella volta… Di quel posto… Ti ricordi quando hai fatto la matta? Che ridere! Ti ricordi quando abbiamo fatto San Valentino tutto l’anno? I regali e le follie di tutti i giovedì? La vita insieme è fatta di momenti da ricordare… di sorrisi, carezze, posti, canzoni, atmosfere…
Fatti ricordare!

Tre Trilogy! Tre baci!

Trilogy! Trilogy! Trilogy!
PITTIESISI reinventa Trilogy e non si ferma. Anelli, anelli, anelli ma non soltanto anelli. Monocromie abbaglianti, viola, verdi, cognac, azzurre o fumè e abbinamenti creativi fatti di sfumature calde e fredde o di dissonanze sorprendenti, viola-verdi, giallo-viola, azzurro-giallo… San Valentino è un gioco. Il tre d’amore si colora delle sfumature che più ami. Triplica le tue carezze colorate, triplica i baci, avvolgila di collane lunghe come sogni… Sorprendila con orecchini, collane, bracciali e anelli coordinati. Dille tre volte che l’ami con tre trilogy per tre. Incorniciale il viso con orecchini lunghi fin dove le collane la vestono di sorrisi e le mani, le mani ti tengono vicino, moltiplicano i colori, e gli anelli ti disegnano la pelle. Ogni giorno è festa ma San Valentino è un gioco! Sorprendila, scrivile parole magiche, riempila di colori, falla ridere…
E moltiplica tutto per trilogy!

A San Valentino regala il colore del tuo amore

Quest’anno per San Valentino regala tutti i colori dell’amore, della natura, dell’arcobaleno. Regalati una carezza viola e raddrizza tutti quei pensieri storti, inutili e bui. Chiudile gli occhi, di’ una scemenza, falla ridere e avvolgila in una magica nuvola colorata. Prendi un verde pioggia d’aprile e un azzurro mare d’agosto e schizzala tutta finchè resti vestita solo d’allegria. Balla nelle luci ambrate disegnate dalle sue dita. Ti ha sorriso! Regalale l’anello rotondo dalla grande pietra color dei suoi occhi. Dipingi selfie di tutti i colori. Un anello azzurro perchè nessuno sa guardarti come lui. Due anelli uguali. Un bouquet di anelli viola con forme e dimensioni differenti. Che palle! È già San valentino! Voglia di farle una sorpresa, di nasconderle tre anelli tra i pensieri. Voglia che tutti i giorni siano San Valentino. 

Regala un’emozione

Anche quest’anno, come sempre, l’atmosfera del Natale è fatta di lucine, di colori, delle solite vecchie canzoni di Natale. Basta una candela e un click su Youtube. Basta una sciocchezza per sorridere. I primi fiocchi di neve per sognare. Basta un regalo, una carezza, un bacio, uno sguardo, colori trasparenti, riflessi di lucine intermittenti. Basta stare insieme, camminare in un bosco o lungo il fiume. Perdersi nella nebbia di una fiaba. Basta un pensiero, un gioco, e la luce dentro gli occhi di chi ami. 

Prendimi le mani

Parole che affiorano alle labbra mute, mani che parlano, sfiorano, toccano e raccontano storie diverse. Anelli dalle grandi pietre di colore mettono accenti, sussurrano, aggiungono tinte pastello, riflessi acuti, lampi… sottolineano piccoli spostamenti del cuore, respiri nebbiosi, ansie e le solite voglie in lievi tremori delle dita. Pugni chiusi, bagliori di cuspidi come armi, parole dure, allegre, forti. Improvvisi eccesi che si sciolgono subito in sfioramenti, giochi, segnali segreti. Mani colme di pietre dai colori accesi dicono di sogni, incertezze, paure, sorrisi… Prendimi le mani. Dimmi! Riflessi trasparenti di quarzi viola, fumè, verdi e cognac dipingono acquerelli sulle mani bagnate di ricordi, mani che si allungano a prendere un bignè, a girare le pagine di un libro, a sfiorare il bicchiere ormai vuoto. Agiti la mano nell’aria, i tuoi anelli lasciano una striscia violaverde e disperdono vecchi pensieri.
Prendimi le mani!

Le Pietre della Terra raccontano di te

Gli anelli de “Le Pietre della Terra” sono unici come sono uniche le pietre che portano. Pietre rotonde, ovali, quadrotte e ogivali che raccontano storie di notti infinite squarciate da bagliori di comete, di ghiacci polari e terre infuocate. Pietre di inclusioni rare, sfumature mai viste e sapienti sfaccettature irregolari messe in risalto dai tuoi gesti morbidi, dalle luci sempre diverse, dal sole di mezzogiorno e dalle penombre, dai bagliori che segui con le mani, dagli scatti improvvisi, dalle tue risate e dai sorrisi. Quando sposti gli occhiali, ti ravvii la solita ciocca ribelle e accarezzi la seta liscia del foulard, quando parli e riscrivi nel vento ogni parola con le dita… “Le Pietre della Terra” attirano gli sguardi, raccontano di te, della tua carica vitale, del sole che ti disegna le labbra e ti fa socchiudere gli occhi. Quando ti dimentichi di toglierli mi piace guardare le tue mani di notte che riflettono lampi di luna.

Trilogy PITTIESISI dipinge l’inverno di fantasia

Trilogy PITTIESISI è un sogno che colora tutte le stagioni. Sono le quattro e mezza di un pomeriggio grigio che volge rapidamente al buio e tu hai voglia di luci, colori e musiche… voglia di calore, di vestiti leggeri e di ballare sulla spiaggia. Guardi la strada bagnata tra le gocce che rigano il vetro della finestra. Luci di macchine, riflessi bianchi e rossi, strisce lunghe e piccoli flash intermittenti. Hai voglia di cambiare tutto. Tre candele sul davanzale e guardi là fuori il mondo che si incendia di colori. I tuoi Trilogy PITTIESISI dilagano trasparenti sul vetro come acquerelli giallo-verdi-viola, macchie più intense come gocce di vernici indelebili, nuvole spray e altri segni ancora che si animano ad ogni respiro, ad ogni vibrazione si proiettano sulle facciate del palazzo di fronte, ti incorniciano il viso, sei la star magica del caleidoscopio che invade la via e scivola ovunque… Le pietre colorate dei Trilogy PITTIESISI fanno estate, allegria, amore… e dipingono l’inverno di fantasia. Fatti guardare. Sei bellissima!

Segui i segnali di Stonehenge

Gli orecchini “Stonehenge” sono le mutevoli parentesi dove tieni nascosti i tuoi sorrisi prima di lanciarmeli addosso e stordirmi. Sculture di luce oscillano ai tuoi sì e ai no silenziosi, ai forse… segnali che conosco bene, attenzione, guardami, vieni, ascolta… tutti gli indicibili messaggi di cui solo io ho la chiave segreta. Orecchini lunghi che sfiorano le spalle, grandi dischi dalle onde lucide, costruzioni trilitiche volanti, frammenti di frasi sospese, oscillazioni ipnotiche, tentazioni per dita troppo audaci… Vertici di triangoli scendono in collane lunghe, anelli voluttuosi, sensori pendenti esplorano pensieri troppo leggeri per raggiungere profondità insperate. Mi muovi la mano davanti agli occhi persi e… click! Ridi… e ti seguo sulla scia dei luccichii che dai tuoi “Stonehenge” mi guidano fino alle stelle. Orecchini, anelli e collane Stonehenge… segnali da cogliere.